lunedì 9 luglio 2007

OCCASIONI

Ricordo la gita in macchina con Valentina. Stavamo andando al Verano a fare due foto. Niente femminucce seminude sdraiate sulle tombe. Volevamo fare degli scatti di arte funeraria come Dio comanda. Di lì a poco saremmo state cacciate dal solito guardiano da film di Totò, solo perchè eravamo vestite di nero. E si sa che la gente nera profana le lapidi. Ma questa è un'altra storia.

Durante quella gita condensammo il succo di un'importante riflessione sulle occasioni. Ovvero che a volte ci guadagni più a non coglierle che a coglierle. Apparentemente una perdita, in realtà una vittoria.

"Ma prendi quegli uomini che se ne fanno 3/4 a sera. Entrano nel locale e ti puntano. Vengono lì e ti si strusciano. Tu vuoi vedere fin dove arrivano. Magari potrebbe anche interessarti. Poi scopri che al solo pensiero ti cascano i coglioni. Insomma, hai di meglio da fare che essere solo una delle tante. Specialmente quando ti sbrodolano, falsi come Giuda, che non lo sei, anzi, una come te... Te ne vai. E capisci che tutto sommato sei stata più figa a non dargliela che a dargliela."

Nella vita è un po' così. Anche... soprattutto... quando si presentano occasioni più significative. E tutti pensano che l'unica risposta valida sia "SI". E invece, magari anche no. Insomma, riappropriamoci della nostra capacità di decidere. Indipendentemente da quello che il resto del mondo considera so fucking cool. Non pensare non protegge dall'arteriosclerosi e dai danni cerebrali.

Mi piace ancora questa idea. Di essermi distinta per le cose che bene o male ho scelto di NON fare. Ammetto, magari sono stata solo una cogliona. Quanto meno, una cogliona consapevole.

5 commenti:

Il Misantropo ha detto...

"Ma prendi quegli uomini che se ne fanno 3/4 a sera"

...ma esistono veramente? O_o

Pao ha detto...

Tanto non sei davvero tu che scegli di scegliere. Ah-ah.
Va bene, taccio.

Daniele ha detto...

La penso in maniera diamtralmente opposta.
Infatti dico di si a tutto quello che mi viene proposto.
Dire di no è , a mio avviso, solo un modo per limitarsi.

Fata Morgana ha detto...

@pao: lo so, volevo vedere se eri attento. infondo anche tu non scegli di scegliere di scrivere sul libero arbitrio (che non esiste). siamo tutti nelle mani del gran burattinaio/regista/doppiatore...
:)

@daniele: luce dei miei occhi, il pao dice che non sei tu che decidi di dire di sì, come la mettiamo??? nel dubbio... etc. etc.

Daniele ha detto...

Tesorino dolce, La teoria del Pao sul libero arbitrio è del tutto insensata.
Quindi, io decido!